In altri casi, potrebbero essere necessari mesi prima che il paziente si riprenda

In altri casi, potrebbero essere necessari mesi prima che il paziente si riprenda

Una volta che il setto è stato raddrizzato, il medico utilizzerà stecche, suture o piccoli tubi per mantenerlo in posizione durante la guarigione. Se il solo setto deviato è la causa della sinusite cronica, una settoplastica può eliminare il problema. In altri casi, la sinusite cronica continua ed è necessario un intervento chirurgico ai seni per aprire direttamente i seni.

La settoplastica richiede solitamente dai 60 ai 90 minuti e l’intero intervento viene eseguito attraverso le narici. La maggior parte delle persone torna a casa lo stesso giorno dell’intervento. Avrai bisogno di circa una settimana per riprenderti dalla settoplastica e puoi aspettarti un recupero completo dopo un mese.

Trova ulteriori informazioni nel Centro per orecchie, naso e gola di Everyday Health.

Iscriviti alla nostra Newsletter per una vita sana!

L’ultimo nell’orecchio, naso Gola

Come usare in sicurezza un Neti Pot

Hai problemi di allergia e sinusite? Ecco come può aiutare un neti pot.

Di Genevieve Scarano, 22 giugno 2018

Recensione di NeilMed NasaFlo Neti Pot

Il NeilMed NasaFlo Neti Pot può aiutarti a tenere a bada i tuoi problemi di allergia e seno.

Di Genevieve Scarano, 22 giugno 2018

Come trattare le infezioni ricorrenti dell’orecchio

Le infezioni croniche dell’orecchio possono fare di più che causare dolore, ma possono anche portare alla perdita dell’udito. Imparare di più sul trattamento e sulla prevenzione può aiutarti a gestirla. . .

Di Denise Mann, 15 giugno 2016

5 sintomi sorprendenti di infezioni dell’orecchio

Di Regina Boyle Wheeler, 15 giugno 2016

7 cose che aumentano il rischio di infezioni alle orecchie

Di Diana Rodriguez, 15 giugno 2016

Quando vedere il medico per un’infezione all’orecchio

Le infezioni alle orecchie possono essere dolorose e fastidiose e, sebbene molte possano essere sopportate a casa, altre richiederanno un viaggio dal medico.

Di Madeline R. Vann, MPH, 15 giugno 2016

5 rimedi naturali per le infezioni dell’orecchio

Avere dolore all’orecchio a causa di un’infezione all’orecchio non significa sempre che hai bisogno di antibiotici. Prova invece queste strategie a casa per sentirti meglio.

Di Madeline R. Vann, MPH, 15 giugno 2016

10 fatti incredibili sul tuo olfatto

Il senso è più potente di quanto avresti mai potuto immaginare.

Di Nancie George, 3 ottobre 2014

Ora ascolta questo: un ronzio nelle orecchie potrebbe significare una grave malattia

Il rumore incessante dell’acufene, che risuona nelle orecchie, può farti impazzire, ma potrebbe anche essere un sintomo di malattie che non sospetteresti.

Di Ariana Marini, 4 agosto 2014

Dovresti preoccuparti del mal d’orecchi di tuo figlio?

Poiché i bambini piccoli non possono sempre comunicare come si sentono, diagnosticare un’infezione all’orecchio può essere complicato. Ecco i segni rivelatori per capire se lo fanno. . .

Di Helen Troy, 28 febbraio 2014 “

Questo cancro relativamente comune colpisce il triplo delle donne rispetto agli uomini.

Il cancro della tiroide è un tipo di cancro – una crescita anormale e fuori controllo delle cellule – che colpisce la ghiandola tiroidea.

La ghiandola tiroidea si trova alla base della gola, nella parte anteriore del collo sotto la casella vocale.

È una ghiandola a forma di farfalla, costituita da due lobi collegati da una striscia di tessuto.

La ghiandola tiroidea aiuta a regolare il metabolismo, la crescita e la maturazione rilasciando ormoni nel flusso sanguigno, in particolare triiodotironina (T3), tetraiodotironina (tiroxina o T4) e calcitonina.

Tipi di cancro alla tiroide

Esistono quattro tipi principali di cancro alla tiroide:

Carcinoma papillare Carcinoma follicolare, inclusa una forma speciale chiamata carcinoma a cellule di Hürthle Carcinoma anaplastico Carcinoma midollare

Il carcinoma papillare e follicolare si sviluppano entrambi nelle cellule follicolari tiroidee.

A differenza del carcinoma anaplastico e midollare, questi due sono considerati “tumori differenziati”, nel senso che sembrano normali tessuti tiroidei se visti al microscopio.

Sono i due tipi più comuni di cancro alla tiroide, con il carcinoma papillare che rappresenta circa l’80% dei casi di cancro alla tiroide e il carcinoma follicolare che rappresenta circa il 10%, secondo l’American Cancer Society (ACS).

Il carcinoma papillare cresce molto lentamente, tipicamente solo in un lobo della ghiandola tiroidea. Spesso si diffondono ai linfonodi del collo nel tempo.

Nonostante questa diffusione, di solito sono facilmente curabili e raramente fatali.

Il carcinoma follicolare si diffonde spesso ad altre parti del corpo, come i polmoni e le ossa, piuttosto che ai linfonodi.

Le prospettive per questo cancro sono peggiori di quelle per il carcinoma papillare, ma nel complesso sono ancora abbastanza buone.

Secondo l’ACS, il carcinoma a cellule di Hürthle rappresenta circa il 3% di tutti i tumori della tiroide ed è un po ‘più difficile da trovare e trattare rispetto ad altri carcinomi follicolari.

Il carcinoma anaplastico, sebbene raro – costituisce solo il 2% dei tumori della tiroide – è il tipo più pericoloso di cancro alla tiroide, secondo il National Institutes of Health. Si diffonde spesso ad altre parti del corpo ed è difficile da trattare.

Il carcinoma midollare colpisce le cellule tiroidee “C” (chiamate anche cellule parafollicolari), che producono la calcitonina, l’ormone che regola il calcio. Costituisce circa il 4% di tutti i tumori della tiroide, secondo l’ACS.

Prevalenza

Il cancro alla tiroide è abbastanza comune rispetto alla maggior parte degli altri tumori, classificandosi come l’ottavo tumore più comune negli Stati Uniti, secondo il National Cancer Institute (NCI).

Rappresenta quasi il 4% di tutti i nuovi casi di cancro e si prevede che interesserà più di 62.000 nuove persone negli Stati Uniti nel 2015.

Inoltre, il numero di nuovi casi è aumentato in media del 5% ogni anno negli ultimi 10 anni, in gran parte a causa del rilevamento più frequente della malattia attraverso test di imaging come le scansioni TC.

Le donne hanno circa tre volte più probabilità degli uomini di contrarre il cancro alla tiroide e più di due terzi dei nuovi casi si verificano in persone di età compresa tra 20 e 65 anni.

La malattia è anche più comune nelle persone di origine asiatica che in altri gruppi etnici, secondo l’NCI.

Fattori di rischio di cancro alla tiroide

A parte l’età, il sesso e la razza, altri fattori di rischio per il cancro alla tiroide includono:

Radioterapia al collo, specialmente durante l’infanzia Esposizione a radiazioni dovute a una bomba nucleare o al malfunzionamento di una centrale nucleare Anamnesi personale di gozzo (gonfiore causato da un ingrossamento della tiroide) Anamnesi familiare di malattie della tiroide o cancro della tiroide Determinate condizioni genetiche o ereditarie, come il cancro midollare della tiroide familiare e neoplasia endocrina multipla di tipo 2A o sindrome 2B Una dieta a basso contenuto di iodio

Ulteriori informazioni sui sintomi e la diagnosi del cancro alla tiroide Ulteriori informazioni sui noduli della tiroide Ulteriori informazioni sul trattamento del cancro alla tiroide

Più recente nel cancro alla tiroide

È ipotiroidismo o cancro alla tiroide?

Citazioni ispiratrici per i malati di cancro

Cucinare per una dieta contro il cancro alla tiroide

Vedi tutto in Cancro alla tiroide

Iscriviti alla nostra Newsletter sulla cura del cancro!

Fonti editoriali e verifica dei fatti

Come funziona la tiroide? PubMed Health. Cancro alla tiroide; MedlinePlus / NIH. Informazioni generali sul cancro alla tiroide; National Cancer Institute. Quali sono i fattori di rischio per il cancro alla tiroide? American Cancer Society. Schede informative sulle statistiche SEER: Cancro alla tiroide; National Cancer Institute. Cos’è il cancro alla tiroide? American Cancer Society. Mostra meno

Le ultime novità in fatto di cancro alla tiroide

È ipotiroidismo o cancro alla tiroide?

Sebbene la malattia della tiroide sia comune negli Stati Uniti, il cancro alla tiroide è estremamente raro. Scopri in che modo il cancro della tiroide differisce da altre malattie della tiroide. . .

Di Mary Elizabeth Dallas, 8 novembre 2013

Citazioni ispiratrici per i malati di cancro

Di Chris Prestano, 6 agosto 2013

Cucinare per una dieta contro il cancro alla tiroide

Scopri i consigli di cucina per una dieta a basso contenuto di iodio e come alleviare le difficoltà di deglutizione durante il trattamento del cancro alla tiroide.

Di Diana Rodriguez, 28 settembre 2010

Il trattamento del cancro alla tiroide e i denti

I trattamenti con radiazioni per il cancro alla tiroide influiscono sulla salute dei denti. Prendere precauzioni aiuterà a evitare problemi dopo la terapia.

Di Connie Brichford, 14 maggio 2009

Cancro alla tiroide e integratori alimentari

Alcuni integratori possono essere preparati con ingredienti che i malati di cancro alla tiroide devono evitare a volte. Impara prima i pro e i contro degli integratori alimentari. . .

Di Connie Brichford, 14 maggio 2009

Notizie sul cancro dal meeting annuale 2021 Virtual AACR: terapia mirata e immunoterapia al centro della scena

La terapia mirata e l’immunoterapia hanno mostrato miglioramenti per cancro ai polmoni, linfoma e melanoma.

Di Miriam Davis, PhDApril 22, 2021

Cancer News Digest: ultimi sviluppi nella ricerca e nella cura del cancro per marzo 2021

Una dieta sana per il cuore protegge dal cancro, l’agopuntura funziona per il dolore muscoloscheletrico dopo il cancro e altre notizie sul cancro da marzo 2021.

Di Liz Scherer, 12 aprile 2021

Perché i “non fumatori” si ammalano di cancro ai polmoni?

Per quello che sembrava un’eternità, il fumo e il cancro ai polmoni sembravano andare di pari passo. Ora le statistiche mostrano una tendenza snervante: sempre più persone. . .

Di Julie Marks, 2 aprile 2021

Riuscirai a sopravvivere al cancro ai polmoni?

I tassi di sopravvivenza sono in aumento per questo cancro mortale.

Di Julie Marks, 2 aprile 2021

Linee guida aggiornate per lo screening del cancro al polmone: più americani dovrebbero essere sottoposti a screening in giovane età, dicono gli esperti

Le raccomandazioni ampliate possono significare contrarre il cancro ai polmoni in una fase più precoce e più curabile per più minoranze, donne e giovani con una storia. . .

Di Julie Marks, 30 marzo 2021 “

La miocardite è un’infiammazione del miocardio, lo strato muscolare della parete del cuore.

Il muro del cuore è composto da tre strati:

L’endocardio, lo strato più interno che riveste l’interno delle camere cardiache Il miocardio, lo strato muscolare che si contrae provocando il pompaggio del sangue L’epicardio, lo strato protettivo esterno che è anche lo strato più interno del sacco contenente il cuore (pericardio) La miocardite può influenzano il muscolo cardiaco e il sistema elettrico, riducendo la capacità del cuore di pompare correttamente, portando potenzialmente a una serie di complicazioni, secondo la Mayo Clinic.

Segni e sintomi della miocardite

I casi lievi di miocardite potrebbero passare inosservati e non portare ad alcun sintomo.

Nei casi più gravi, i sintomi possono variare a seconda di cosa sta causando la condizione.

I sintomi della miocardite possono includere: febbre e brividi, affaticamento, cefalea, dolori muscolari, dolori articolari, mal di gola, diarrea, dolore toracico, tosse, respiro affannoso, ritmi cardiaci accelerati o anormali, respirazione rapida, caviglie e piedi gonfi.

Cause e fattori di rischio della miocardite

In molti casi, non viene mai determinata alcuna causa specifica di miocardite.

In altri casi, la causa può essere identificata. Alcune cause note di miocardite includono:

Virus, compresi quelli che causano malattie simil-influenzali, raffreddori, rosolia (morbillo tedesco), gastroenterite, mononucleosi (mono) e HIV e AIDS Batteri, compresi quelli che causano mal di gola, infezioni da stafilococco, difterite e malattia di Lyme Parassiti, come il toxoplasma e Trypanosoma cruzi, che viene trasmesso dagli insetti e può causare la malattia di Chagas Funghi, come infezioni da lieviti, muffe e infezioni fungine che vengono trasmesse attraverso gli escrementi di uccelli Farmaci, inclusi antibiotici (come penicillina, sulfamidici e azitromicina); diuretici (come furosemide e idroclorotiazide); farmaci per l’epilessia; e cocaina Disturbi autoimmuni come lupus, morbo di Crohn, artrite reumatoide e celiachia Esposizione a determinate sostanze tossiche come arsenico, radiazioni o monossido di carbonio, secondo Harvard Health

Sebbene chiunque possa contrarre la miocardite, sei maggiormente a rischio se:

Hanno un sistema immunitario debole o compromesso Sono esposti ad agenti noti per causare miocardite (come la cocaina) Hanno avuto in precedenza miocardite

Più recente in salute del cuore

Le nuove linee guida per la salute del cuore si concentrano sul grasso della pancia, non solo sul peso corporeo

Come prendere in carico il colesterolo alto e i trigliceridi

L’app mobile può aiutare a catturare la fibrillazione atriale silenziosa nelle popolazioni ad alto rischio e sottoservite

In che modo i medici trattano i trigliceridi alti (e perché sono importanti)?

Come viene diagnosticata la miocardite?

Dopo un esame fisico e una storia medica completa, i test per diagnosticare la miocardite possono includere: Esami del sangue Gli esami del sangue possono controllare l’infiammazione, gli anticorpi contro i virus o altri organismi che segnalerebbero un’infezione o alcuni enzimi che si accumulano quando il cuore è danneggiato. Elettrocardiogramma (ECG) Un ECG crea un grafico del sistema elettrico del cuore e può mostrare anomalie. Monitor Holter Viene solitamente indossato per alcuni giorni per acquisire maggiori informazioni sulla funzione elettrica del cuore. Radiografia Una radiografia del torace può essere utilizzata per cercare l’ingrandimento del cuore o l’accumulo di liquido nel sacco del cuore. Risonanza magnetica per immagini (MRI) Una risonanza magnetica può anche mostrare le dimensioni, la forma e la funzione del cuore, nonché gonfiore, infiammazione o cicatrici. Ecocardiogramma Utilizza le onde ultrasoniche per mostrare un’immagine del cuore che batte. Un ecocardiogramma può rilevare problemi con la funzione di pompaggio del cuore, problemi alle valvole, se il cuore si è ingrandito e la presenza di un coagulo all’interno o intorno al cuore. Cateterismo cardiaco Si tratta di infilare un minuscolo tubo attraverso una vena e nel cuore per eseguire misurazioni o raccogliere un campione di tessuto (biopsia) per verificare la presenza di infiammazione o infezione.

Durata della miocardite

Per quanto tempo una persona convive con la miocardite varia notevolmente e dipende dalla causa della condizione, nonché dalla salute generale del paziente.

La miocardite causata da un’infezione virale in un adulto altrimenti sano, ad esempio, può iniziare a risolversi in un paio di settimane.

In altri casi, potrebbero essere necessari mesi prima che il paziente si riprenda. In alcuni casi, il danno al cuore è permanente e può portare a insufficienza cardiaca dopo che l’infiammazione è diminuita.

Opzioni terapeutiche e terapeutiche per la miocardite

In alcuni casi, la miocardite scompare da sola. In altri casi, il trattamento può includere:

Antibiotici per il trattamento dell’infezione batterica Farmaci antivirali per il trattamento dell’infezione virale Immunoglobulina endovenosa (IVIG), in cui viene iniettato un prodotto sanguigno per aiutare a rafforzare il sistema immunitario Steroidi per ridurre l’infiammazione

Se il tuo muscolo cardiaco si è indebolito, ti potrebbe essere prescritto uno dei seguenti farmaci per ridurre il suo carico di lavoro:

Gli inibitori dell’enzima di conversione dell’angiotensina (ACE) possono prostatricum funziona davvero ridurre la pressione sanguigna, consentendo al sangue di fluire più facilmente attraverso il corpo. Possono anche aiutare la funzione cardiaca a riprendersi meglio quando è debole. I bloccanti del recettore dell’angiotensina II hanno molti degli stessi benefici degli ACE inibitori e sono spesso prescritti come alternativa ai pazienti che non possono tollerare gli ACE inibitori. I beta-bloccanti rallentano la frequenza cardiaca e diminuiscono gli effetti dell’adrenalina sul cuore, abbassando la pressione sanguigna in modo che il cuore debba lavorare meno. Diuretici per rimuovere l’acqua in eccesso e il sodio dal corpo.

Potrebbe essere necessario trattare casi gravi di miocardite con procedure mediche, tra cui:

I dispositivi di assistenza ventricolare (VAD) sono pompe meccaniche impiantate nell’addome o nel torace e attaccate al cuore indebolito. I dispositivi aiutano a pompare il sangue dalle camere cardiache inferiori al resto del corpo. La pompa a palloncino intra-aortico è una procedura in cui un medico inserisce un catetere in un vaso sanguigno della gamba e, con l’aiuto dell’imaging a raggi X, lo guida verso il cuore. Un palloncino è attaccato all’estremità del catetere nell’arteria principale e viene gonfiato e sgonfiato, contribuendo ad aumentare il flusso sanguigno e ridurre il carico di lavoro del cuore. L’ossigenazione extracorporea della membrana (ECMO) è un dispositivo che fornisce ossigeno al corpo durante l’insufficienza cardiaca grave.

منوی اصلی